Oligo è una parola usata spesso nella terminologia scientifica. Deriva dal greco ὀλίγος, che significa "poco". Idealmente, lo si può collegare alla massima di Seneca «non multa, sed multum», che possiamo tradurre un po' liberamente come "non tante cose, ma profonde". Di quella profondità che Arduino Cantafora chiama in causa per parlare della poetica dell'architetto e teorico Aldo Rossi – «poche e profonde cose» – poche, ma indispensabili per erigere un senso di bellezza chiamato a essere l'ultimo baluardo dell'essere umano contro la disperazione.

Oligo è quindi un nome ambizioso e denso di significato per una casa editrice. Una dichiarazione di qualità, basata su una rigorosa scelta dei titoli proposti. Poche cose, fatte bene, con cura. Con quel "prendersi cura" del lettore che pensiamo sarebbe piaciuto a Heidegger. Libri adatti al grande pubblico, ma mai banali, in grado di offrire un punto di vista insolito e controcorrente che trova nella cultura un appiglio al quale afferrarsi nelle sabbie mobili della "società liquida" contemporanea: questo il punto di vista di Oligo.

LE NOSTRE COLLANE

I SAGGI

È la collana di saggistica di Oligo. Raccoglie riedizioni di grandi autori del passato, così come riflessioni di attualità sul mondo contemporaneo. Si occupa di storia e scienze umane con un taglio non accademico e adatto al grande pubblico. Può ospitare anche romanzi o racconti filosofici.

DAIMON

La collana raccoglie traduzioni di opere di grandi autori inedite o poco accessibili in lingua italiana.
La più nota a accezione di daimon è quella tramandataci da Platone (e Apuleio), appartenente al padre della filosofia occidentale: Socrate. Questi affermava di credere in una particolare divinità, figlia degli dei tradizionali, che chiamava dàimon. Socrate si diceva tormentato da questa voce interiore, la quale lo spingeva a confrontarsi e ricercare la verità morale. Questo "spirito guida", secondo il filosofo, è in realtà presente in tutti gli uomini e accompagna ciascuno nel corso della propria vita. Prendendo spinto dal daimon di Socrate, lo "spirito" che vuole guidare la collana intende offrire spunti di riflessione attraverso i grandi della letteratura, il cui aiuto appare fondamentale per sviluppare un giusto confronto critico con la parte più profonda di ognuno di noi.
La collana è diretta da Davide Bregola.

Torna su